venerdì 25 giugno 2010

Una lezione di orgoglio da un soldato della storia

Nel Ramo Sardo della mia Famiglia è sempre stata tramandata l'usanza di non perdere mai la Dignità, in qualsiasi caso o situazione che la vita può riservarti.
Oggi la terra custodisce nel suo grembo i miei nonni, mio padre, qualche zio e i figli dei figli dei figli di questa Famiglia che ha donato al mondo gente Ribelle.
Discendo da popoli di Pastori e di Banditi, oggi per Onorare quella mia gente non mi resta che combattere ogni giorno, perchè non possiedo ne terra ne greggi.
Così lotto nelle strade del mio quartiere per dare qualcosa in più ai tanti ragazzi, italiani e non, che raccolgo attorno allo Spazio Baluardo che con Orgoglio ho fondato e gestisco.
Mi vesto da Soldato di Ventura, alle rievocazioni, perchè una ripida pianura divide il mio ego odierno dalla dimensione antica e romantica con la quale mi impegno ogni volta per raccontare la storiA.
Già, la storiA..
quella con l'A maiuscola, non quella dei libri e dei telefilm, ma quella degli ultimi...
...come i nostri Iriati, tanto contesi dagli storici quanto amati da chi in quella terra è nato...
...o come gli Higlanders, ignoranti come pochi ma con un cuore che si mangia tutto il mondo...
...oppure i Dubhgail, quelli con la faccia nera, che vanno per il mare perchè il mare insegnò loro ad essere liberi....

Su questo forum parlai la prima volta con Rob,
e fù qui che mi indicò dove andare a comprare il mio primo kilt
tra questi Treadh ho conosciuto la gente per la quale ho fatto giuramento di Fedeltà
e con loro oggi cammino ancora verso il mio futuro

Tenetevi stretto il vostro mondo fatto di Infamia
perchè il nostro Drakkar viaggia con le vele gonfie dell'aria che ci resta nei polmoni e che mi avanza per urlare, con Dignità:

HOLD FAST MACLEOD!

ora potete sbattere fuori anche me




Capitano Iorek Ulfheddin
del Fiordo di Fihr Ogh Jare











Ho voluto inserire questo passo del Capitano Ulfheddin perchè è di una bellezza unica.
In queste poche frasi c'è tutto quello che un Sardo vero dovrebbe avere.
Orgoglio, amore per la propia terra, dignità.
Sono doti rare, che non tutti possono vantare.

Brindiamo al Capitano, guerriero Shardana emigrato aldilà del mare, brindiamo a lui, ai suoi sogni e alla sua straordinaria coerenza.

A kent'annos!
Salude!



now and forever...umpare!

sabato 5 giugno 2010

Soddisfazioni

Sardinian Warrior -
Talk about exotic and eclectic! Sardinian Warrior is the creation of Alessandro Lessa. You’ll need to switch on your Italian translator – especially if you want to wander off and explore his other blogs and links. The first settlers on Sardinia were the enigmatic Nurag people of the Bronze Age, famous for their beehive live structures that are very like tholos tombs. Not much is known about the Nuraghi except that they did achieve a level of sophistication that included sea trade. Both the Nurag people and the short lived Greek colonies on Sardinia's coast were annexed by Carthage in 537 BC. Lessa is putting together his hoplite kit as we speak but a visit to his blog will take you on a journey through the byways of Sardinia’s extraordinary history.

Cosa mai vorrà dire la lunga descrizione presentata qua sopra, affianco al nostro caro bronzetto "nuragico"?
Beh, traducendo alla buona significa più o meno:

"Parliamo invece dell'esotico e dell'eclettico! SardinianWarrior è una creazione di Alessandro Lessa.
Avrete bisogno di passare ad un traduttore in italiano- sopratutto se volete leggere i suoi numerosi blog ed esplorare i vari links.
I primi abitanti della Sardegna furono i Nuragici (unica pecca... Peter! -l'autore dell'articoletto-, in realtà non è proprio così ma non fa nulla ; ) ) durante l'età del bronzo, famosi per le loro costruzioni simili ad alveari, molto somiglianti alle Tholos Micenee.
Non si sa molto sui Nuragici, se non per il fatto che riuscirono a raggiungere un elevato grado di sofisticazione che includeva il commercio marittimo.
Sia le popolazioni "nuragiche" che le giovanissime -e dalla breve vita- colonie Greche (Olbia?) furono annesse ai territori Cartaginesi dal 537 avanti Cristo.
Lessa ha riferito di aver iniziato a mettere insieme il suo armamento per tale periodo.
Una visita al suo blog vi porterà attraverso le strade dalla straordinaria storia della Sardegna."

Che dire! Tradotto forse non gli rende onore...ma leggendolo l'espressione che mi si è stampata in viso è stata quantomeno esagerata! Al confronto il sorriso a mezzaluna del gatto con gli stivali sarebbe sembrato un broncio!
è questo il motivo per cui ho fatto questo blog, è questo il motivo che gli dedico il mio tempo, è per persone straordinarie e curiose di sapere come Peter (che si è documentato in una maniera incredibile ed accurata), distanti centinaia di chilometri, che ho creato tutto questo!
Per far conoscere la Sardegna e la sua straordinaria storia al resto del mondo!

Ora e sempre...
Fortza Paris!

martedì 1 giugno 2010

Pabillonis: l'occasione per un pò di dimostrazioni di scherma


Il quel di Pabillonis recentemente abbiamo partecipato ad una singolare "rappresentazione".
Aldilà dello spettacolo che è stato offerto dagli organizzatori, la Memoriae Milites ha avuto una piccola parte, facendo come al solito del proprio meglio.

Purtroppo le richieste di chi ha organizzato lo spettacolo ci hanno costretto ad utilizzare parti di armature che non sono proprie del periodo che trattiamo. Se notate qualche stranezza dunque, capirete il perchè.
Ecco di seguito gli scontri tra il sottoscritto e i suoi compagni: Bernardo d'Arborea, Bartolomeo Grau e tutti gli altri....

Duello Manuele Vs Antonello

spero siano graditi ai vostri palati.

sempre, sempre UMPARE!

Video: AMSICORA, il ribelle

La figura di Amsicora, nonostante la sconfitta, si è tramandata nei secoli. "Dux Sardorum" lo definiscono gli autori latini ch...