Il bambinone della Memoriae Milites


In queste due giornate la nostra associazione (Memoriae Milites) è stata occupata con una manifestazione di rievocazione storica "Notti Medioevali" tenutasi al castello di S. Michele.
Per l'occasione abbiamo presentato TRE novità interessanti.
-La ricostruzione dell'IPOTETICO stendardo di Eleonora d'Arborea.
-La Ricostruzione di una fiera medioevale, con diversi banchetti: scriptorium, araldica, osteria, tinture e lavorazione della lana, pittura, armeria, conceria, vasaio, e la mia FORGIA alimentata a mantici e carbone (non come quelle che si vedono in giro alimentate a motore elettrico).

La terza (e più bella...almeno personalmente) novità è stata la ricostruzione di un trabucco del '300 di dimensioni 1:1 al quale mi sono dedicato, nei mesi precedenti -si veda il post "è arrivato"- assieme al nostro presidente ed altri collaboratori che sono subentrati quando io poi son dovuto mancare per via dei miei impegni personali.

Il "bambinone" ha fatto gran mostra di sè nello spiazzo antistante il castello. Con la sua possanza il Trabucco della Memoriae Milites minacciava il castello di S. Michele, dimora dei carroz, mentre affianco ad esso sventolavano le bandiere dell'Arborea...

momenti unici!

Héllis Héllis, Arbarè!


P.s.
qua potete vedere "La Story" ovvero una serie di foto in sequenza -con commento- della battaglia, più una gallery mista della manifestazione.


Commenti

doppiosoldo ha detto…
Stupendo.
Voglio altre foto!
Alessandro Lessà ha detto…
Ci sto lavorando! :)
Quando faremo i test per la gittata avremo più info su quanto riesce a "sparare" la bestiola ;)
J.D.Molay ha detto…
Salve,
innanzi tutto complimenti per il vostro percorso associativo,anche se pur giovani avete all'attivo molte importanti ed interessanti iniziative. Mi chiedevo se il Vostro "bambinone" avesse le stesse dimensioni o addirittura superasse nelle stesse,il mangano che i Sagittarii Vagantes di iglesias hanno ricostruito tempo addietro ed esposto alla manifestazione delle giornate dedicate al medioevo nella città di Castelsardo.Mi pare peraltro di ricordare che proprio in quell'occasione nel Settembre dell'anno scorso, dove vi fu di fatto la prova effettiva del mangano,Voi faceste alcune dimostrazioni di duelli all'arma bianca.Un saluto
Alessandro Lessà ha detto…
Ciao Molay.
Grazie dei complimenti.

Allora il Mangano di CastelSardo l'ho potuto vedere di persona proprio per quell'evento che hai citato.
Ora mi sta venendo il dubbio sulle sue proporzioni. Quello in cima al castello era abbastanza grande, quello che abbiam usato noi durante quella manifestazione un pò meno, anzi era proprio piccolino. Tieni comunque conto che proprio perchè si tratta di un mangano è sicuramente meno imponente per il fatto che manca tutto il sistema di contrappeso (cassone) che rende il trabucco a dir poco "massiccio".
Tuttavia mi hai fatto venire il dubbio. Controllerò dalle mie foto!
J.D.Molay ha detto…
Ciao Alessandro,
purtroppo non ho potuto visitare le vostre giornate medievali e godere così della vostra fiera,speriamo di potervi partecipare negli anni a venire.Mi pare,ed è un mio modesto parere e non una critica,di evincere dalla foto che forse il baricentro del trabucco sia un po basso e limiti la corsa per il lancio,ma ripeto,dalla foto non è facile capirlo.Senza dubbio sono affascinato da ciò che fate e che portate avanti.Sono nel campo è so cosa significa ottenere dei risultati,di questa portata poi.Anche io ho fatto qualche verifica e mi è dato di capire che sì,la mole,non fosse altro che per il contrappeso del trabucco,è differente dal mangano,però quest'ultimo proprio per la sua funzione,necessità di una struttura più ampia e comoda per essere maneggiata.In ogni caso..gran bella creatura.
Ci si vede in qualche rievocazione storica...
A presto..
J.D.Molay
Alessandro Lessà ha detto…
Ciao Molay.
Per la passata manifestazione, non preoccuparti, ce ne saranno altre e sicuramente di più belle. La nostra associazione (come tutte del resto) è in continuo miglioramento, ogni anno non è passato senza che crescessimo in qualcosa.

In inverno penso che si terrà il consueto appuntamento di monteclaro, il Torneo del Lionfante!
Spero di vederti lì.

Saludi!
Alessandro Lessà ha detto…
Una piccola notarella!
Ho avuto modo di poter dialogare con i costruttori delle macchine d'assedio esposte a CastelSardo.
Devo ammettere di aver detto una delle mie stupidaggini, la memoria oltretutto non mi ha assolutamente aiutato in questo caso;
Il mangano ricostruito dal gruppo dei Sagittari Vagantes è più alto di circa due metri del nostro trabocco. Non so perchè (forse perchè era abbastanza distante da dove mi trovavo io) me lo ricordavo più piccolo.

Senza considerare che son due macchine decisamente "diverse" e che quindi il paragone tra le due cose non ha senso.
Spero comunque non si sia offeso nessuno per la mia leggerezza.

Molay, a quanto pare, avevi ragione!

Salude, e ci si vede al Liofante.

Umpare!

Post popolari in questo blog

Una maschera Sherden nel British Museum di Londra

Pugilatori Nuragici, Corridori e Assaltatori? Tutto da rifare!

I Gladiatori di Mont'é Prama